Tutti gli articoli di Vincenzo Buttazzo

Lettore accanito di fantascienza, scrivo recensioni e brevi racconti che in alcune occasioni ho anche potuto vedere pubblicati.

Event Horizon – Punto di non ritorno, trama e recensione

Rating:

Una spedizione è stata inviata ai limiti del sistema solare per recuperare un’astronave, la Event Horizon, dispersa diversi anni prima. Quella che sembra una missione senza senso si trasforma ben presto in un survival horror contro un nemico da cui non si può sfuggire.

Continua la lettura di Event Horizon – Punto di non ritorno, trama e recensione

Atlantic Rim, recensione

Rating:

Se c’è un filone del cinema d’azione che funziona potete stare certi che The Asylum proverà ad approfittarne con le sue trame assurde, gli attori improvvisati e gli effetti amatoriali. Però quasi inevitabilmente il film farà schifo e nessuno se ne ricorderà mai più, anche vai a fare un mockbuster basato su Pacific Rim e lo chiami Atlantic Rim. Continua la lettura di Atlantic Rim, recensione

Rampage – Furia animale, recensione

Rating:

A volte basta poco a dare il via a un progetto. A volte basta dire una frase del tipo “Prendi un gioco degli anni ’90, tipo Rampage, e fanne un filmone ignorante.” Credo che la genesi di questo monster movie sia stata più o meno questa. Se poi si ha a disposizione The Rock il film si fa quasi da solo. Basta poco a volte. Continua la lettura di Rampage – Furia animale, recensione

It, miniserie televisiva del 1990, trama e recensione

Rating:

Nel 1985 un giovane Steven King scrisse quello che ancora oggi in molti il suo romanzo migliore: “It”. Pochi anni dopo, 1990, la Warner decise che era una buona idea farne un adattamento televisivo con un budget medio e con un risultato che rimase impresso nella mente di molti bambini dell’epoca. Continua la lettura di It, miniserie televisiva del 1990, trama e recensione

Blade Runner 2047, trama e recensione

Rating:

Fare il seguito di un film molto visionario e soprattutto farlo 30 anni dopo non è un compito facile per nessuno, neanche se ti chiami Ridley Scott. È impossibile ricreare la stessa atmosfera, avere le stesse idee, cogliere lo stesso momento storico che inevitabilmente si riflette sul risultato. Il risultato è che se anche riesci a fare un buon film lascerai delusi gli appassionati. Specialmente se hai lasciato loro 30 anni per rimuginarci sopra. Continua la lettura di Blade Runner 2047, trama e recensione