Insidious 2 – Oltre i confini del male, recensione

In realtà Insidious 2 sarebbe la seconda parte di The Conjuring uscito qualche anno fa e che incredibilmente riesce a dare un senso anche a questo. Non è chiaro se la trama del primo episodio fosse talmente farraginosa da poterci innestare qualsiasi cosa (come viene da pensare a causa di alcuni aspetti) o se gli sceneggiatori abbiano pensato subito ad un progetto ad ampio respiro, ma sta di fatto che vedere il primo senza il secondo è una perdita di tempo. Comunque regista e sceneggiatore sono gli stessi, per cui direi che le possibilità sono 60:40 a favore della premeditazione. Continua la lettura di Insidious 2 – Oltre i confini del male, recensione

Escape Plan – Fuga dall’inferno, recensione

È stato il sogno proibito di tutti gli ignorantisti: un film con Sylvester Stallone e Arnold Schwarzenegger. E adesso che sono ormai tutti e due dei vecchietti, ma tutt’altro che pronti per la pensione, il sogno si avvera. Certo Arnold non è più quel simposio di muscoli di una volta e Sly ha l’espressività di un’ambulanza, ma il film spacca! Continua la lettura di Escape Plan – Fuga dall’inferno, recensione

Interstellar, recensione

Non avrei mai pensato di poter recensire un film serioso come Interstellar su questo blog. Questo perché per molte settimane si è andati avanti raccontando come per questo film ci sia stata un’attenzione particolare al realismo fisico della faccenda comparandolo nientepopodimeno che a 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick. In effetti ci sono molte questioni legate alla fisica reale, ma alla fine c’è anche un grande fantasia e una deformazione legata alle esigenze di copione. Continua la lettura di Interstellar, recensione

Gravity, recensione

Bello, proprio un bel film. In Gravity quella che fa la differenza è la gravità, l’oscura forza che ci tiene incollati per terra e che quando non c’è, tipo quando vi trovate nello spazio, rende tutto incredibilmente complicato. Però prima di giudicare il film vi chiederei di guardare bene il trailer all’inizio di questa recensione. Continua la lettura di Gravity, recensione

The Equalizer, recensione

A fine anni ’80 venne trasmessa, anche in Italia, una serie chiamata The Equalizer (Un giustiziere a New York). Vent’anni dopo qualcuno ha pensato di riesumare il protagonista Robert McCall, di modificare qua e là qualche dettaglio della storia del personaggio e di buttarlo in un frullatore fatto di esplosioni, uccisioni sadiche e citazioni di Hemingway. Il risultato è dalla dubbia moralità, ma di sicuro divertimento! Continua la lettura di The Equalizer, recensione

Lucy, recensione

Lucy è il nome della prima ominide donna che si conosca, ma è anche il nome della protagonista di questa pellicola di Luc Besson interpretata da Scarlett Johansson su un soggetto originale di Maccio Capatonda. È un film che si presenta bene, con una buona dose di ignoranza, effetti visivi ben fatti, un tocco di splatter e tante cazzate. Se avete voglia di passare un’oretta e mezzo di divertimento disimpegnato allora fa per voi. Continua la lettura di Lucy, recensione

The Last Stand (L’ultima Sfida), recensione

Sarà anche vero che l’abito non fa il monaco, ma la locandina fa sicuramente il film. Quindi se abbiamo Arnold Schwarzenegger con un gatling concentrato a massacrare i nemici il film può essere solo ignorante. Ma basta con i pensieri troppo articolati e buttiamoci nella mischia della recensione di questo polpettone del 2013. Continua la lettura di The Last Stand (L’ultima Sfida), recensione

Mega Python vs. Gatoroid

Le zone umide della Florida sono un ecosistema da preservare perché ci vivono delle specie a rischio, anche se sono animali pericolosi come pitoni e alligatori. L’intervento dell’uomo, in un senso o nell’altro, non è mai positivo e può compromettere i delicati equilibri tra le specie. Tutto questo come pretesto per un film ignorante. Continua la lettura di Mega Python vs. Gatoroid

Sharknado, recensione

Rating:

Vi piacciono i film catastrofici coi tornado? Vi piacciono i film un po’ splatter con gli squali? Bene, in questo caso Sharknado fa per voi perché in questo film c’è tutto quello che potete desiderare! Tranne forse una trama che abbia un senso o una fisica che somigli a quella che sperimentiamo tutti i giorni. Ma a chi importa?! E vai, con la recensione! Continua la lettura di Sharknado, recensione

Carnosaur, recensione

Era il 1993 e Steven Spielberg era in procinto di stupire il mondo facendo un uso della computer grafica come mai nessuno fino ad allora. Milioni di persone avrebbero rivolto gli sguardi verso uno schermo per ammirare a bocca aperta dei dinosauri che sembravano veri mentre camminavano tra gli alberi o mentre erano a caccia degli umani. E poi c’era Carnosaur. Continua la lettura di Carnosaur, recensione